Funzioni del Consiglio - Artt.28-29 dello Statuto

Art.28 - Consiglio Comunale
1. Il Consiglio Comunale, rappresentando l'intera comunità, è Organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo. E' pure dotato di autonomia organizzativa e funzionale.
2. L'elezione del Consiglio Comunale la sua durata in carica, il numero dei Consiglieri e la loro posizi one giuridica, le cause di ineleggibilità, incompatibilità di decadenza e di rimozione, sono regolati dalla legge e dal presente Statuto.
3. Il Consiglio Comunale adempie alle funzioni specificatamente demandategli dalle leggi statali, regionali e dal presente Statuto.
4. Il Consiglio Comunale dura in carica sino all'elezione del nuovo, limitandosi, dopo la pubblicazione del decreto che indice i comizi elettorali, ad adottare gli atti urgenti e improrogabili stabiliti dal regolamento. art.38 c.5 D.Lgs. 267 del 2000)

Art. 29 - Competenze e funzioni del Consiglio Comunale
1. Il Consiglio Comunale come Organo di indirizzo politico, ha il compito di individuare e tradurre in attuazione pratica, gli interessi della popolazione guidando e coordinando l'azione dell'Organo Esecutivo del Comune (art. 25 comma 2) e degli Organi burocratici, attraverso l'attività di controllo politico-amministrativo, per assicurare che l'azione complessiva del Comune consegua gli obiettivi stabiliti negli atti fondamentali e nei documenti programmatici.
2.Il Consiglio Comunale esercita l'attività di controllo attraverso la relazione semestrale del Sindaco, la relazione del Collegio dei revisori e l'esame dei conti consuntivi.L'attività di controllo politico-amministrativo è esercitata anche mediante mozioni e interrogazioni a cui il Sindaco è tenuto a rispondere entro trenta giorni dalla presentazione di esse al protocollo generale del Comune e con le modalità previste nell'apposito regolamento.
3. Il Consiglio Comunale, nell'ambito della sua Autonomia organizzativa, adotta propri regolamenti per disciplinare il funzionamento del Consiglio e delle Commissioni, nel rispetto della legge, dello Statuto e delle compatibilità economiche e finanziarie. Regola altres� l'esercizio delle funzioni e delle prerogative dei Consiglieri.
4.Il Consiglio Comunale a maggioranza assoluta dei suoi componenti presenti in seduta, può istituire, al suo interno, con apposita deliberazione, commissioni permanenti, temporanee o speciali, su qualsiasi materia riguardante l' Amministrazione Comunale, compresa l'istituzione di Commissioni per fini di controllo, di indagine, di inchieste. (vedi successivo art. 30).